Il Labirinto della Masone e la bellezza della felicità

La bellezza non serve, non serve a niente. Serve solo essere felici”.

Inizia così, con la lettura di questa frase, il nostro viaggio all'interno del Labirinto della Masone.


Il labirinto e i suoi tanti significati. Il caos della vita, il dubbio, la scelta. I percorsi, le destinazioni. Uniche, diverse, uguali, scritte, decise.

Il labirinto come metafora della vita. Della nostra interiorità. Si entra, ci si perde. Ci si ritrova. Si arriva alla fine.


Il Labirinto della Masone è il più grande del mondo ed è stato voluto da Franco Maria Ricci. 200mila piante altre tra i 30 centimetri e i 15 metri. Una pianta così poco usata e capace di crescere in velocità per concretizzare quanto prima un sogno.

Nel labirinto non solo giardini, ma angoli nei quali depositare i propri sogni appendendoli alle piante. Panchine su cui fermarsi. Architetture perfette, geometriche da contemplare. Collezioni, permanenti e temporanee da vivere.


📍A Fontanellato. In provincia di Parma.

👉Siete mai stati in un labirinto? Avete mai pensato al labirinto come metafora della vita? Vi aspetto nei commenti su IG.