Alda Merini, la street art di Le Diesis e il diabete T1

CIÒ CHE FA LA DIFFERENZA NON È IL PROBLEMA, MA IL MODO IN CUI LO AFFRONTI.



Da questo (un po’ più di un) anno ci portiamo a casa sorrisi, entusiasmi, colori e anche tanta realtà. Quella che non si vede sempre dai tanti post allegri. Quella che in ogni caso esiste. Mi porto a casa, ci portiamo a casa, insegnamenti.


Abbiamo imparato dal mare, dalla sabbia, dal freddo, dall’altitudine, dalle notti insonni.

Dalle patate, dalle pizze e dalle piadine ancora di più.


Abbiamo imparato che in ogni caso la differenza non è data dal problema che ti trovi ad affrontare, ma dallo spirito con cui lo affronti. Che condividere e informare è fondamentale. Che sorridendo le complicazioni diventano più leggere, quasi ci si “abitua” e scompaiono.


Abbiamo imparato che chi è più tenace di tutti è Lei, la nostra super girl, che “se ne frega”, sorride e che ci ha fatto continuare a dire che vogliamo sempre e comunque ancora “viaggiare”. A prescindere dal diabete T1.


Abbiamo voglia di inseguire la street art e di trovarci sempre sorpresi ed emozionati incontrando il tanto talento, in questo caso quello di Le Diesis, artiste fiorentine che raccontano una donna forte e piena di cose da dire: Alda Merini.

#streetart #murale #graffiti #diabetetipo1 #tiraccontodt1

Riproduzione riservata - storiesenzatrama ® 

TKS to support from renatogaggio.com