Edimburgo. Un viaggio tra pioggia fine, tè, tartan, colori, illusioni e realtà.


Edimburgo è il grigio bagnato dei suoi tanti mattoni. È il bianco delle finestre di legno che nei muri creano perfette geometrie. È il color pastello che anima i dettagli di case e vetrine.

Edimburgo è la musica delle cornamuse che scalda il cuore. E lo scalda mentre il vento ti gela la pelle. La pioggia danza tra le nuvole e il sole. Nessuno usa ombrelli. Nessuno teme l’acqua, la neve, la grandine sottile tra i capelli.

Edimburgo è il rossetto rosso fuoco delle belle ragazze che la vivono. Identico al colore delle vecchie cabine telefoniche sparse qua e là. Edimburgo è lo stupore nel vedere le cartolerie, le sale da tè, l’alimentazione veg che impazza tra i giovani, i pub affollati dalle 5 p.m. In questa città si nota la compostezza di chi la abita.

Sembra quasi distacco. Un distacco che diventa “family” quando chiedi indicazioni.

Edimburgo è un viaggio che abbiamo organizzato in 7 e che, per questa volta, abbiamo fatto solo in 4. Edimburgo è anche una tappa al Royal Hospital perché non si può non visitare un ospedale all’interno di un castello! Non si può non perfezionare il proprio inglese! È un ritorno anticipato e un po’ malinconico mentre dall’Italia arrivano notizie “confuse”. Di questa Scozia mi porto “in ogni caso a casa” anche la capacità di affrontare insieme l’imprevisto e di viverlo.

Del resto questo è essenziale per programmare nuove partenze!

TRA PINCESS STREET & HOLYROOD RD


La visita (durata poco più di una giornata) ad Edimburgo comincia con un giro nella Old Town. Attenzione ad attraversare e alle precedenze. Non perdetevi troppo nei riflessi delle tante pozzanghere e delle strade lucide. Cartolerie raffinate e piene di oggetti di design. Tazze, spille, quaderni. Tè, infusi, whisky. Tartan e kilt pieni di tradizioni e geometrie. Cornamuse che incantano i turisti mentre gli abitanti, composti, sembrano quasi passeggiare su passerelle di moda.


VICTORIA STREET

Questa è Victoria Street, uno dei principali simboli di Edimburgo e luogo ispirante Harry Potter. Una strada in discesa [o in salita, dipende dalle prospettive] a cui è stata data nuova vita all’inizio del 1800. I colori delle case si succedono come in un arcobaleno a cui la pioggia ha ceduto la scena. Io la definirei la strada più fotogenica della Scozia. Molto più bella nelle immagini. Meno affascinante dal vivo, nel suo complesso, forse perché pensata più lunga e solo pedonale. Talvolta le aspettative create dagli scatti del web rendono meno sorprendente la realtà. Degne di nota, però, le vetrine ricche di oggetti, sorprese e dettagli.

Mi riprometto di tornare in #victoriastreet con uno spirito diverso e di visitarne anche la parte percorribile a piedi, sopra ai colori!


NATIONAL MUSEUM OF SCOTLAND

Non solo merita una visita per la sua splendida architettura distribuita su sei piani. il Museo Nazionale Scozzese va visitato per come, in modo cronologico, racconta la storia scozzese e per come permette di interagire e sperimentare. Da non sottovalutare, l'ingresso gratuito per bambini ed adulti.


CANDLEMAKER ROW & NEVER ORDINARY

Che siate appassionati o meno di street art, sicuramente merita una vista Candlemaker Row, la via famosa per le ali di Shona Hardie, le più instagrammate della Scozia e hashtaggate con #rocketman e #eltonjohn. Coraggio, togliete il giubbotto, sfidate il freddo e fate un salto! Del resto è importante imparare a volare!


GREYFRIARS BOBBY

Bobby era un cagnolino Skye Terrier diventato famoso, a metà dell'Ottocento, per non aver abbandonato la tomba del suo padrone, morto di polmonite. A lui è stato dedicato non solo un film, ma anche una fontana su cui è eretta una statua che lo rappresenta. Toccargli il muso è un'usanza che dovrebbe portare fortuna. Mi riporta alla mente ricordi di quando ero bambina. Un doberman simile a Bobby nell'accompagnare il proprio padrone oltre il conosciuto.


BOWLS PER UNA PAUSA #GLUTENFREE

Se amate il cibo #glutenfree o #veg o se ne avete necessità, BOWLS è il luogo che fa per voi. Riso, verdure, legumi, caldi e non. Nachos, formaggi, frutta di ogni tipo. Dolcetti e acque aromatizzate per tutti. I proprietari gentilissimi. Caratteristico mangiare sugli sgabelli che si affacciano sulla Forrest Rd mentre fuori nevica. Ovviamente dieci minuti dopo la neve potrete ammirare il sole. Dieci minuti dopo, meravigliosi acquazzoni.


IL CASTELLO DI EDIMBURGO

Che lo visitiate all'interno o che lo ammiriate soltanto da fuori, vale la pena arrivare sino all'altura dove sorge questo Castello per farvi abbracciare dal panorama di questa incantevole città.


CAMERA OBSCURA & WORLD OF ILLUSIONS

Non temete la lunga fila prima di entrare in questa splendida galleria di illusioni, perché è già magico vedere come, con grande solarità, viene affrontato il freddo dagli "addetti ai lavori". Ti forniscono ombrelli, ti regalano sorrisi e soprattutto già si può giocare con i tanti specchi deformanti posti sulla strada di ingresso. All'interno illusioni, effetti ottici, enigmi, misteri, sorprese. I figli diventano più grandi dei genitori. La tua testa può essere servita per cena su un bellissimo tavolo rosso. I quadri bianchi svelano personaggi misteriosi. All'ultimo piano un panorama mozzafiato. E, dulcis in fundo, il tunnel di luci roteante. Si tratta di un passaggio su di un ponte stabile e fermo, ma intorno al quale girano vorticosamente una serie di luci che riescono a dare un profondo senso di vertigine. Servono alcuni minuti per riuscire a ritrovare equilibrio. La gioia e lo stupore dati da questo luogo credo che, nei ricordi, dureranno invece per sempre.


MILK AND HONEY E #STORIESENZAGLUTINE

Per una colazione tranquilla, per un tè del pomeriggio o anche solo per rifarsi gli occhi in un'atmosfera poetica in un ambiente degno di una favola, merita una tappa Milk and Honey. Il #senzaglutine qui non è assolutamente un problema. Dolci, cioccolatini, toast e muffin salati vi faranno compagnia tra sedie e rose gialle e poesie scritte sulle pareti. Un atmosfera da non perdere nella bella George Street.


HOME SWEET HOME

La città è ben servita dai mezzi e anche i taxi hanno prezzi ragionevoli. In ogni caso pernottare vicino a Princess Street è una buona soluzione per riuscire a spostarsi con comodità. La scelta di un'appartamento nelle tipiche case scozzesi, come quella di Graeme, fa sicuramente ancora di più conoscere e vivere il sapore di Edimburgo.

Questo un piccolo assaggio di una città che sicuramente ci ha lasciato il desiderio di ritornare, anche insieme agli amici.

Riproduzione riservata - storiesenzatrama ® 

TKS to support from renatogaggio.com