Bormio, montagne e cieli in movimento per svuotare la mente.


Abbiamo deciso di partire all’ultimo momento, per pochi giorni, con la speranza di ricaricare le pile e svuotare la mente dai pensieri. Abbiamo scelto Bormio perché a due ore e mezza da Milano, quindi vicina, e perché da tanti anni non la visitavamo. Io ricordo quando con mamma e papà venivamo in agosto tra queste montagne a respirare aria buona e a prendere il sole nei tanti prati.

DOVE SOGGIORNARE A BORMIO

Bormio è nel cuore dell’alta Valtellina, nel Parco dello Stelvio, tra le Alpi. Si trova a 1200 metri circa, ma noi abbiamo deciso di soggiornare più in alto, al CIUK, con vista panoramica sulla valle, più vicini alla natura, ad animali e agli alberi. Il movimento delle nuvole e questi cieli costantemente vaganti, tra sole, pioggia e fresco, hanno il potere di rigenerare.

Anche qui uno dei miei passatempi preferiti è stato guardare le tante albe, dalla finestra della mansarda, mentre il resto della famiglia ancora dormiva.

Merita una visita il centro storico con le sue chiese, torri, campanili e i tanti affreschi sapientemente restaurati che risalgono al XIV- XV secolo.

Una gita nella Storia è quella alle Torri di Fraele, in Valdidentro, unici resti di una struttura più ampia finalizzata alla difesa della Valle.

I LAGHI DI CANCANO E L'EQUILIBRIO TRA NATURA E UOMO

Da qui si prosegue per i Laghi di Cancano, due bacini idrici creati dall’uomo, di proprietà della società A2A e con una capacità di 187 milioni di metri cubi di acqua. I due bacini sono i verdissimi Laghi di San Giacomo e quello che si chiama appunto Cancano. Fa effetto camminare sulla diga e pensare al potente equilibrio creatosi tra forza della natura e intelligenza umana.

Il consiglio è di non arrivare troppo presto o comunque di venire con dei giubbotti data l’altitudine e il freddo che abbiamo trovato ad agosto.

Vicino a questi bacini il Lago Delle Scale, pieno di pesci, piccolo e suggestivo per i colori quasi già autunnali.

Una bella passeggiata, non faticosa, è quella sul Sentiero delle Viole che costeggia il fiume Adda e che porta tra fiori colori, attraverso un ponte di legno, a boschi profumatissimi.

Per gli amanti dell’altitudine e del silenzio, si può salire a Bormio 2000, sdraiarsi su un prato e godersi il sole caldo e la bellezza delle baite.

LIVIGNO, UNA GITA DA NON PERDERE

Merita infine una visita la vicina Livigno con i suoi tanti alberghi e gerani colorati appesi sui balconi e i suoi prezzi di zona extradoganale dal 1910.

Nota di merito di questi giorni a Bormio non solo alla tranquillità del paesaggio, ma anche alla cucina #senzaglutine di Bormio e dintorni di cui trovate di più nella sezione #storiesenzaglutine. Buona lettura!


Ps. Siamo riusciti a trovare un po' di #streetart anche qui!


#italia #bormio #montagna #tiraccontodi

Riproduzione riservata - storiesenzatrama ® 

TKS to support from renatogaggio.com